giovedì 27 settembre 2012

The Chernobyl diaries...nulla di nuovo sotto il sole

Lo so, in questo blog si parlano delle leggende del cinema horror, ma ci tengo  a sottolineare l'importanza di parlare anche dei sottogeneri; anche per comprendere l'evoluzione del cinema di genere, il che non guasta mai ed è sempre importante da comprendere.
Parlando di The Chernobyl diaries mi viene da dire che non c'è nulla di nuovo sotto il sole, anzi qualcosa c'è, non ci sono nè zombie e nè fantasmi, ci sono esseri mutanti a chernobyl, più precisamente nella cittadina divenuta fantasma vicino chernobyl. Poi ci sono i classici ragazzi che fanno il turismo estremo e si sentono pure fighi per questo...e bla bla bla...la solita minestra riscaldata, qualche luce che si muove, una bambola rotta per terra...dal finale aperto mi viene da dire che ci sarà un seguito...mah staremo  a vedere.
Se lo volete vedere io lo dico, a  vostro rischio e pericolo non vi aspettate l'esorcista o shining, anzi non vi create false aspettative che vi  illudono. Ci tengo a precisare inoltre e nonostante la mia recensione che lo stroncava, qualche scena accattivante c'è, ma rispetto a ciò che amo io siamo lontani anni luce.
Se il cinema di genere continua di questo passo, rischiamo di rimanere ancorati ai sottogeneri piuttosto che andare avanti con idee originali e innovative.
Staremo a vedere, noi siamo sempre qui.

Nessun commento:

Posta un commento